.
Annunci online

  bombay [ autoritratto fumé, diario alcolico, messaggi in bottiglia ]
         

Il peggio:

Assaltato ed espugnato

Volevamo diventare Kafka

aids

feisbuc

fogli a quadretti

vagine trafficate

palle da biliardo

donne al matrimonio

tristo aedo metropolitano

Gin

certe mattine in Chinatown

la valigia sul letto

infinito al super

greek present

Giorgiana e Antonio

la maestra di religione

r.i.p.

Elisa si è sposata

al mare con Rossella

chiuso

tra un goccio e l'altro

Gaza-Rafah-Gaza

OsCan2004

virago

giustizia tossica

bianconerotu

gastronomia rivoluzionaria

soste obbligate

spritz

la Sfiga

segni particolari

1982

Hezbollah

dieci donne

pennichella

tango italico

lettera con ingoio

seconda acca

sms

nina

Lampi d'assenza

goal

An Naqurah

doubledecker

o merda!

Meneghino, con orgoglio e rabbia

la libreria

angelus da orgasmo

Donini

Genova

a pezzi

grasso in eccesso

polvere di stelle

etciù

Chiavi

Vinoteca

Elisa

Richiesta noir

Sogno d'estate

In coito veritas

carta e pellicole

diarchia alcolica

Belgrado-Toronto

Folli tramonti a Chinatown

sbronza storica

Edda

Kirk in Chinatown

Walter

supereroe demodé

gli alberi di Palestro

Lilli

Zazzie

Ascolta

il gap sta nel bip

Incontri ravvicinati del neocon-tipo

Clint

natale

il vecchio

Scaligero impaurito

Pioggia per un ciao

e ora si batte cassa

Meravigliosamente donne

Coraggio e fantasia

Morte in frac

Partenza improvvisa

Io e Woody

Amore per sei cilindri a V

Il dirimpettaio deluso

Politica e matrimonio

telefonata in codice

Maturità

Outing...

Singolitudine adieu

la cameriera

Magia

Tram giallo

Porco schifoso

Baristi blu

Tiscali

Provaci ancora Bombay

Vuoti a perdere

Bombay senior

Stupidera cinese

Bici e donne

Stereotipando donne

Generazione di merda

Preghiera

11 marzo

Per Alda Merini

Senatore

Pantani

Briciole di cuore

bleclist

Ernesto

'fanculo

Le chiavi dell'auto

Masturbation

Folle per i quadrati

C'avete il mouse con le emorroidi

Calma, calma, calma

Immigration

Da Zara con la greca

La lavatrice

Chiaro?



Contatto:
bombay73@tiscali.it






Tanta acqua sotto i ponti...


2008
dicembre

novembre

ottobre

settembre

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio



2007
dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio



2006
dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio



2005
dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

gennaio



2004
dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio



2003
dicembre

novembre

ottobre


14 gennaio 2004

E-V-O-L-U-T-I-O-N

Sulle note di Roy Ayers, mi congedo.
Saluto tutti, anche la redazione de IlCannocchiale. Chiedo solo di capirmi, a me 'sta lista nera proprio non mi va ggiù... e sono una testa dura mica da ridere...
Mi son divertito, mi avete divertito. Mi avete fatto anche incazzare, riflettere e, cosa più importante, sognare.
grazie

ma mica sparisco.... e no!
se volete, mi potete trovare, leggere, fischiare, mandare affanculo, offrire un gintonic...

qui:

bombay.blog.tiscali.it
bacibaci

(o, se sparirà la bleclist, come per incanto, ricomparirò qui!)




permalink | inviato da il 14/1/2004 alle 23:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (37) | Versione per la stampa



13 gennaio 2004

IDIOTI

Io pensavo si stesse scherzando.
Invece no.

Blacklist?
MERDA, SOLO MERDA, COME TANTA ALTRA MERDA

E la cosa mi fa vomitare. VOMITARE!!!
Quello che mi aveva colpito dei blog? L’incredibile capacità comunicativa. Incredibile.
Quello che mi aveva colpito de IlCannocchiale? La semplicità con la quale veniva messa a disposizione degli utenti la possibilità di farsi un proprio blog. Proprio stasera ho risposto a un commento a riguardo.
Il primo blog avevo tentato di aprilo con splinder (zonafranca.splinder.it). Minchia però com’era difficile postare, inserire immagini e via dicendo. Viaggio sulle varie piattaforme (si dice così?) che forniscono questo servizio e trovo IlCannocchiale. Provo. Semplice. Diretto. Immediato. Anche per un cerebroleso di computer, codici html, e robaccia varia come me. Grazie, stupendo!
Scelgo IlCannocchiale.
iraklia.ilcannocchiale.it
bombay.ilcannocchiale.it

E adesso cosa vedo? La possibilità di realizzare una lista di utenti da interdire dalla possibilità di rilasciare un commento al proprio post. la BLACKLIST…. bello… bello, complimenti. Questa è la magia della rete. Bravi….

MERDEEEEEEEEEE

Ma che cazzo vi scriveranno mai in quei commenti????
Ma quali cazzo di virus riusciranno a inviarvi???? Ma cambiate e-mail, no??????

no

la BLACKLIST….. poveri stronzi

non è sufficiente la possibilità di creare un post commentabile o meno? no. Voi volete avere la possibilità di scegliere chi vi può venire a commentare. Che schifo.

(scusate ritorno al cesso a buttare fuori gli ultimi pezzettoni e poi ritorno….)

Arsenico, io ti rispetto, ma sono convinto dal buco del culo fino al midollo che le persone “fastidiose” in qualche modo servano. Certamente non tutte. Ma qualcuno, speroiddio, sì. Ed eliminare la possibilità di essere infastiditi, questo sì mi sembra incivile!

e poi…. black…. nera. Lista nera.
Cos’è che siete voi?????
a già, i riformisti
bravi, cambiatelo così il mondo, tappate le bocche. Ma non tutte, solamente quelle che vi danno fastidio….
merde

Sapete cosa avrete da me d’ora in poi? black…nero….buio.
Io non posto più qui, per lo meno finché esisterà questo gran servizio, la Blacklist. Piuttosto divento un mago di html e vado a sfogare la mia illusione di comunicare al mondo intero da qualche altra parte.

Ma non vi lascio così.
Io vi condanno.
Che voi non possiate mai più in vita vostra ascoltare il secondo movimento del concerto per piano e orchestra K488 di Mozart, il secondo tempo della sinfonia Jupiter sempre di Mozart, Fournier suonare la prima partita per violoncello di Bach, tutto il concerto per violino e orchestra di Brahms e la terza sinfonia di Beethoven.

E sono stato magnanimo.

puuu




permalink | inviato da il 13/1/2004 alle 1:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (23) | Versione per la stampa



13 gennaio 2004



bei riformisti
...
di 'sto cazzo




permalink | inviato da il 13/1/2004 alle 0:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



12 gennaio 2004

Come dovrebbe essere...

AAA
Tipo nevrotico e turbato, sul genere Charlotte Rampling in Stardust Memories. Insomma non una che se ne sta sempre lì col sorriso spiaccicato in faccia e le va sempre tutto bene... cazzo hai da ridere? La vita è uno schifo (...Malet...) e la bimba che condivide la cannuccia del mio gin tonic deve esserne ben conscia.
Cuoca eccellente. Sono magrissimo ma mangio come un lupo. E ho anche un certo gusto. Zero surgelati, zero verdure già lavate, zero piatti presi in gastronomia. La voglio vedere sminuzzare, affettare, montare, sbattere, ficcare ripieni nei pertugi più impensati della cacciagione più svariata.
Divoratrice di libri e amante della politica. Nel senso “classico” del termine. Ma assolutamente non schierata (‘ndo cazzo ti schieri???).
Raffinatamente acqua e sapone. Non intendo accarezzarle il viso e rimanere con le mani incollato alle sue gote o, peggio, dovermi lavare col Vim in polvere per eliminare tracce di rossetti, ombretti, fard e piastricciamenti vari.
In carriera, sì, ma intenzionata a sfornarmi un esercito di bombyni. Deve arrivare il momento in cui sono gli altri a disfarsi alla salute della mia progenie! Io ho già dato.
Romantica che agisce, dolce ma risoluta.
Deve imparare ad adorare Milano, la Grecia, il mare, la campagna Toscana, la costa azzurra, i bassifondi metropolitani. E se già li ama, far finta di averli scoperti grazie a me!
Deve cantare in continuazione: dall’Andrea Chénier a Sade. Ma deve essere anche in grado di rimanere nella stessa stanza con me in silenzio per ore.
Gelosa ma non troppo e capace di farmi ingelosire ma non troppo.
Massaggiatrice provetta.
Artista del pompino.
Per l’aspetto fisico non ho grandi pretese... va anche bene un mix tra Giovanna Mezzogiorno e Virna Lisi.

.... no e?
capito, torno a trombicchiare senza meta...





permalink | inviato da il 12/1/2004 alle 14:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa



11 gennaio 2004

Io scendo, giusto il tempo di un drink

Dalla barra delle notizie scorrevoli del tg2 di stasera:

- madre si inietta eroina davanti alle figliolette e si va a schiantare con l'auto contro guard rail

- uomo ferisce a bastonate la moglie malata di alzheimer e si suicida

- bus davanti al cimitero parte senza autista e finisce contro una tomba: 3 feriti

- esce illesa da un incidente stradale ma muore investita dall'auto del fidanzato accorso per aiutarla

...
e non so se poi risalgo.




permalink | inviato da il 11/1/2004 alle 22:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa



10 gennaio 2004

I primi acciacchi...

Ieri sera festa a casa di amici. Conosco una donna che al termine della serata mi porta a casa sua. Tanto sesso senza amore.
Insomma, quella che avrei sempre definito una serata perfetta.
Invece, oggi, al risveglio, una profonda sensazione di vuoto e una gran voglia di innamorarmi.
Cazzo, sto proprio invecchiando...




permalink | inviato da il 10/1/2004 alle 22:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa



7 gennaio 2004



Diffidare di chi non gioca.
Qualsiasi gioco, da nascondino a chemin de fer




permalink | inviato da il 7/1/2004 alle 23:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa



6 gennaio 2004

Anarchicamente mecenate della municipalità

Si dice che la circolazione automobilistica in una città sia regolamentata secondo leggi sancite molto tempo fa da un gruppo di saggi...
per me l'automobile è sempre stata solamente un mezzo per muoversi, per ripararsi, per fumare, per ascoltare musica, per trombare. Aimè, non ho mai tenuto molto presente quelle famose regole... specie di notte.
Mi ricordo una notte di dicembre quando salii con la bombaycar di allora sul sagrato del duomo per disegnare sulla neve fresca un "tutte troie" leggibile anche da marte... oppure quando, in una notte di pioggia, con a bordo la fidanzata del tempo, entrai nel parco Sempione e si fece l'amore sul ciglio del laghetto, panorama unico: da una parte il castello e dall'altra l'arco della pace, il tutto incorniciato da alberi. (ora il parco è completamente chiuso...).
Non erano sfizi di gioventù, ho continuato e continuo ad andare dove voglio. L'unico accorgimento è non far male a nessuno.
Le conseguenze di questo mio comportamento si son presto viste: valanghe di multe. Che ho sempre ignorato sia quando facevano da adesivo sul parabrezza sia quando intasavano la casella della posta. Finché non arrivano le cartelle esattoriali che minacciano confische, sequestri, financo l'ergastolo. E allora mi ritrovavo a pagare somme stratosferiche (però anche queste dilazionate a rate.... dio! amo le rate!).
L'altroieri, però, ho trovato nella posta un nuovo modello di coercizione al pagamento: ordinanza di fermo dell'automobile.... la prima volta! Bello, perché non ti basta una lettura-sveltina, no, rileggi l'editto promulgato nei tuoi confronti più e più volte finché non hai preso totalmente coscienza del suo significato e ne sei completamente appagato...
Dopo essermi fumato una sigaretta (sempre, dopo, sempre una sigaretta) telefono alla polizia municipale. Niente, quando ti bloccano l'automobile non si può più richiedere la rateizzazione. Sicché mi toccherà sborsare tutto in una botta (e son proprio tanti....).
Un bel pirla direte...
Ho imparato qualcosa da questa esperienza?
Certo! Devo decidermi a spaccare al più presto la luce che illumina la targa!




permalink | inviato da il 6/1/2004 alle 16:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa



4 gennaio 2004

Amori a distanza

Dal finestrino la panchina è sferzata dal vento, grigia e ancor più fredda con l’illuminazione al neon. Il lungo squarcio sulla parete gialla mi ricorda un tragico 2 agosto di tanti anni fa. Si andava al mare…
Lei ha capelli biondi, lunghi e lisci. Tiene le braccia attorno al collo del suo ragazzo che le cinge la vita. Da sotto i baffi sussurra qualcosa guardandola dritta negli occhi e lei scoppia a ridere inclinando leggermente testa e busto all’indietro. Si bilancia tenendolo ancor più stretto. Quindi si guardano in silenzio. Un bacio. Lungo. Sembrano una bolla di sapone che sta lentamente planando su un letto di chiodi.
Poi un fischio acuto, potente e prolungato. Un ultimo bacio e lei monta in carrozza. Il treno riparte e dal finestrino vedo il ragazzo alzare una mano. In piedi. Solo.
Lei si siede nel posto di fronte al mio senza togliersi il suo paltò grigio. Fissa il buio oltre il vetro. La guardo: occhi meravigliosamente tristi.
“Desidera qualcosa da bere? Snack dolce o salato?”
“Un prosecco, grazie”
Riapro il libro, ma non leggo. Reminescenze. Si torna a Milano.
puff




permalink | inviato da il 4/1/2004 alle 23:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


sfoglia     dicembre        febbraio
 


Ultime cose
Il mio profilo



herzog
giornalarisinasce
akatalepsia
nutshelldowninahole
il monello
clelia
chiarelettere
nonsolorossi
miele
albatroferito
attac
strelnik
personalitaconfusa
VII
antisporcelli
malvino
10x10
falso idillio
pinoscaccia
fetish
iraklia
internazionale
emanuelito
elisa
gilda
musk
nonoranonqui
napolino
haaretz
simopal
harry
insolitacommedia
placidasignora
raissa
river
fotoblog
bbc
una donna per amico
marvin
violet
lia
perAldaMerini
enzo
vetro
oldman
bambini nel mondo
gilgamesh
cassandra
impedimenta
arsenico
napoorsocapo
leggereleggereleggere
delfi
marioadinolfi
sacripante!
circonferenza
banaadiri
giuda iscariota
daze
madblog
bebbe grillo
compagnosegreto
mari
lostinflorence
ghirone
weird (?)
stebaldo
nefeli
trentanni
bazarov
hotel messico
watergate
champion
eveline
olifante
wikipedia
uic
bob
ellamoon
scrittomisto
luogocomune
teatronecessario
LadyRoseNoire
billboard


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom